L’Istituto Comprensivo “Orvieto – Montecchio” si è formato dal 1 Settembre 2013 per effetto delle Leggi n.111/2011 e n.183/2011 (Legge di stabilità 2012) e include le realtà territoriali dei quartieri di Ciconia e Orvieto Scalo nel comune di Orvieto, del comune di Porano e del comune di Montecchio ed è costituito da dieci plessi, quattro di Scuola dell’Infanzia, quattro di Scuola Primaria e due di Scuola Secondaria di 1^ Grado.
Nel territorio orvietano si evidenziano situazioni socio-culturali diverse; infatti la popolazione non è omogenea, ma è costituita da professionisti, impiegati, commercianti, artigiani, agricoltori e addetti ai servizi.
Il fenomeno di espansione urbanistica ha portato alla costituzione di nuovi quartieri privi di identità culturale consolidata. Nelle classi si registra un aumento delle presenze di alunni da poco residenti nella zona, provenienti da grandi centri urbani oppure stranieri. Si registra, inoltre, la presenza di alunni che vivono situazioni di svantaggio e/o disagio.
La struttura socio-economica del territorio comunale di Montecchio è eterogenea. Complessivamente si tratta di un territorio a forte vocazione rurale con un artigianato piuttosto diffuso, dove sono presenti anche imprese di piccole dimensioni.
Esiste una forte presenza di anziani all’interno dei nuclei familiari, che rappresentano una ricchezza affettiva, culturale ed economica. La scuola attua progetti legati alla conoscenza e valorizzazione del territorio, ricco di testimonianze storiche e risorse naturali. La scuola é frequentata da alunni provenienti dal paese e dalle zone limitrofe del comune. In questi ultimi anni si sono iscritti anche alunni stranieri; infatti, negli ultimi anni, si è rilevato un flusso crescente di immigrazione di extracomunitari, soprattutto dall’Est Europa.
L’Istituto Comprensivo, pertanto, dovendo affrontare realtà di vario tipo e ponendo attenzione ai temi dell’accoglienza, dell’integrazione sociale, culturale e linguistica e dell’educazione alla legalità, si é dotato di Protocolli di Accoglienza per alunni stranieri,per alunni diversamente abili e per alunni con disturbi specifici di apprendimento con lafinalità di costruire strumenti che garantiscano a tutti un inserimento graduale e mai provvisorio, in quanto frutto di un percorso “progettuale” condiviso e non più “emergenziale” e “solitario”.